Femtolaser: la tecnica per togliere gli occhiali

La vista è forse tra i cinque sensi quello che più facilmente riesce a farci percepire l’ambiente che ci circonda.
Grazie agli occhi noi osserviamo il mondo, le forme e i colori degli oggetti, le meraviglie della natura e dei paesaggi, la bellezza di quello che abbiamo intorno.
Ma gli occhi sono anche degli organi sottoposti quotidianamente a grande stress.

Oggi passiamo la maggior parte del tempo con gli occhi impegnati sullo schermo di un pc, di un cellulare o tablet o qualsiasi oggetto elettronico. È sempre più frequente che le persone siano affette da disturbi della vista, che compaiono anche precocemente.
Tanti bambini già da molto piccoli possono avere problematiche.

Molte di queste possono essere causate da fattori esterni, altre, come la cataratta, possono essere dovute ad un processo fisiologico di invecchiamento dell’occhio.  Ma così come esistono diverse problematiche più o meno gravi, ad oggi esistono anche tante cure ed interventi che possono essere adoperati con lo scopo di eliminarle.

femptolaser -oculistica belvedere

Una delle più recenti metodiche è il Femtolaser.

Il femtolaser, come dice la parola stessa, è una metodica che impiega l’utilizzo di un laser in grado di compiere delle resezioni piccolissime e molto precise sulla cornea. Generalmente è indicato per la correzione di miopia, astigmatismo, cataratta. Il femtolaser ha la durata dell’impulso laser che è dell’ordine di femtosecondi, un’unità temporale molto più piccola del secondo. Si tratta dunque di tecnologie estremamente avanzate e che consentono di correggere disturbi che non sono pericolosi per il paziente, ma che sicuramente arrecano fastidio.

Si tratta sì di un intervento chirurgico, ma la tecnologia tanto avanzata consente una durata dell’operazione estremamente breve. In pochi minuti la metodica viene portata a completezza e il paziente viene dimesso nella stessa giornata. L’intervento indolore viene eseguito in anestesia topica, mediante gocce che si applicano prima dell’operazione con funzione anestetica nell’occhio interessato. Nei giorni seguenti all’intervento potrebbero essere riscontrati dei fastidi a carico dell’occhio operato che però si risolvono nel giro di pochi giorni. Chiaramente lo specialista indicherà tutte le misure precauzionali da mettere in atto nei giorni seguenti l’intervento. E si raccomanda, almeno per un certo periodo, di effettuare delle visite di controllo dallo specialista, il quale di volta in volta ci informerà sullo stato di salute dell’occhio o degli occhi sottoposti all’intervento. Questo intervento, così come altri interventi ormai diventati di routine, hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita del paziente.