Glaucoma, il nemico silente

La vista è tra i cinque sensi quello che in modo più immediato ci consente di connetterci con il mondo esterno. Grazie ai nostri occhi siamo in grado di vedere forme, colori, dimensioni e tutte le altre caratteristiche di qualsiasi cosa ci circondi. Ma questi organi sono tanto importanti, quanto estremamente delicati.
Esistono tanti disturbi che possono insorgere, alcuni anche estremamente gravi, e che possono compromettere la nostra capacità visiva. Uno di questi è il glaucoma, una malattia che in Italia colpisce tantissime persone.

Il glaucoma è un vero e proprio nemico silente perché inizialmente è asintomatico, dunque la persona affetta può non accorgersi della patologia fin quando la vista non è ormai compromessa: capiamo bene quindi l’importanza della prevenzione, in questo, come ogni altro caso.
Effettuare periodicamente una visita oculistica è un mezzo a nostra disposizione per un’eventuale diagnosi precoce che permetterà di mettere in atto la terapia più giusta per evitare l’insorgenza di danni irreversibili.

oculisticabelvedere

Da cosa è causato il glaucoma?

All’interno dell’occhio è presente una sostanza che viene continuamente prodotta e riassorbita detta umor acqueo, che scorre all’interno del bulbo ed ha la funzione di fornire sostanze nutrienti alle varie cellule e strutture presenti. Nel momento in cui il canale attraverso cui avviene il riassorbimento dell’umor acqueo è ostruito si genera un aumento della pressione oculare e se questo aumento è prolungato nel tempo potrà arrivare a danneggiare il nervo ottico.
Normalmente la pressione oculare dovrebbe variare entro un range specifico, 10-20 mmHg. Il glaucoma in genere insorge a valori superiori di 20 mmHg. Una delle più gravi conseguenze è la progressiva perdita della vista. Esistono diverse forme di glaucoma che vengono distinte in base ai sintomi, alla frequenza con cui si manifestano e alle conseguenze.

Per quanto riguarda eventuali terapie da mettere in atto, come già detto è fondamentale la prevenzione soprattutto per quelle che sono le fasce d’età più a rischio, ossia soggetti adulti.
Tuttavia, la possibilità di insorgenza della malattia è correlata anche alla presenza di altri fattori quali ipertensione, diabete, emicrania e l’utilizzo prolungato di particolari tipi di farmaci.

Non esiste una vera e propria cura per il glaucoma, in quanto se la malattia progredisce, non ci sono farmaci in grado di ripristinare la vista; ma esistono farmaci che consentono di tenere sotto controllo la progressione della malattia, evitando che essa degeneri, garantendo comunque alla persona affetta di condurre un buono stile di vita.